La Val di Lima Romana

Gli eserciti romani apparvero sulle rive del Serchio durante la II guerra punica se è vero che il console Ti Sempronio Longo dopo la sconfitta subita alla Trebbia da Annibale (218 a.C.)si sarebbe ritirato a Lucca con 2 legioni per passare tranquillo e fortificato l'inverno. Da Tito Livio "Annales ad Urbe condita XXXI, 59,10", D.Pacchi "Ricerche istoriche p.35", A.Mancini "Storia di Lucca p.2" Ma già negli anni 238 e 230 a.C. i romani combatterono lunghe guerre contro i liguri apuani fino alla sconfitta di Cartagine e la deportazione di 40.000 Liguri apuani a Taurasi nel Sannio.

La fondazione della Colonia latina di Lucca nel 180 a.C. contemplava ormai la completa conquista della Val di Lima e della Garfagnana da parte di Roma. (Come risulta dalla Tavola alimentare velleiate "C.I.L. V,1").
Dopo le guerre sociali quando Lucca era municipio romano nel  89 a.C. aumentò la popolazione e il benessere in tutta la valle e i vecchi siti pre romani si animarono di nuova vita, nacquero paesi intorno ai primi insediamenti dei coloni romani dando origine alla toponomastica della nostra valle.

Da Borgo a Mozzano dalla via Clodia si dipartiva una serie di sentieri e strade che forse attraversando un ponte in muratura o di legno dove oggi sorge il Ponte della Maddalena o del Diavolo si inoltravano lungo la Lima, in quella che sarà la via del Brennero a collegamento del porto di Pisa al passo del Brennero per collegare gli eserciti e le merci dall'Austria al mediterraneo.

Non sono mai state fatte ricerche molto approfondite, tutti i reperti più importanti provengono da ricerche del XIX secolo e alcune monete di epoca repubblicana rinvenute a Ponte a Diana, mentre monete d'oro di epoca imperiale sono state rinvenute a Desertoli vicino Fornoli e molte parti di ceramica sono state scoperte a Casoli. Molti paesi della Val di Lima sono contraddistinti da toponimi romani formati sui nomi personali o gentilizi dei "possessores" o dei coloni insediati durante la penetrazione romana.

Ne ricordiamo alcuni:
Lugliano da Lollius-anus o logo Giani luogo dedicato al culto del dio Giano
Lugnano da Leonius-anus
Bugnano da Apuleius-anus
Villa Terenziana l' attuale Pieve di Monti di Villa da Terentius-anus
Mobbiano da Mevius-anus
Guzzano da Clutius-anus
Livizzano da Lepidius-anus
Vetteglia da Vettilius
Casabasciana da Casa e Bassius-anus
Crasciana da Carsius-anus
Palleggio da Paneleius
Cocciglia da Cocilius o Cocceius
Brandeglio da Brandus-anus
Limano da Limanius
Altri nomi  derivano da  sostantivi o aggettivi latini:
Fornoli da fornus
Granaiola da granus o loco granus
Vico Pancellorum da vicus paniculorum, dal sostantivo
panicum-panicellum, o paese dei Pancellis
Lucchi da lucus
Casoli da casa
Scesta da ex sexta come distanza stradale
Astracaccio da brutta strada o strada rovinata "astraco"
Benabbio da bene habeo o men habeo "Menabbio" nome antico del paese

La presenza della centuriazione romana è ancora presente e palpabile nella toponomastica locale molto radicata, più dei reperti sparsi in valle (che esamineremo poi)
Ma questa è un'altra storia

07/01/2019

La Val di Lima Romana